E’ morta Maria Adele Teodori, giornalista, antica femminista e militante radicale nella stagione del divorzio e dell’aborto

E’ morta a Milano a 86 anni Maria Adele Teodori, giornalista che aveva iniziato al “Il Mondo” e poi proseguito nella professione” dagli anni ’60 agli anni ’80 a “Il Giorno”, ‘L’Espresso” e “L’Europeo.

Di famiglia liberale si era formata nella politica universitaria con la laica Unione Goliardica Italiana, quindi aveva militato nel vecchio Partito radicale di Pannunzio e del nuovo di Pannella quando aveva svolto un ruolo di primo piano nelle battaglie per il divorzio e l’aborto nella stagione del primo femminismo legato ai diritti civili.

Tra i suoi libri giornalistici Spagna in ginocchio (Comunità) del 1963, un reportage sulla Spagna franchista, e poi Contro l’aborto di classe curato nel 1975 per il Movimento di liberazione della Donna. Da ultimo aveva preferito scrivere piccoli libri a tirature limitate con piccole poesie in italiano e ingleseCosescritte, “un divertimento privato dedicato agli amici”.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *