Oggi a Vittoria, a 24 ore dallo scioglimento per mafia, raccolta firme su proposte di legge di riforma antimafia

È di ieri la decisione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Interno, di sciogliere il Comune di Vittoria (Ragusa) per infiltrazioni mafiose. Oggi il Partito Radicale è proprio a Vittoria con una iniziativa pubblica di raccolta firme su 8 proposte di legge di iniziativa popolare contro il regime, tra cui una per la “revisione delle procedure di scioglimento dei comuni per mafia”.
Un’iniziativa che il Partito Radicale dedica a Leonardo Sciascia per il quale la mafia non si combatte con la terribilita della pena ma con lo Stato di Diritto.
Per Sergio D’Elia, coordinatore della Presidenza del PR, le norme sullo scioglimento dei comuni per mafia, come quelle sulle interdittive antimafia e i sequestri preventivi delineano l’affermazione di un vero e proprio Stato di Polizia, basato sui sospetti, rispetto al quale ribadiamo la nostra intransigente difesa del garantismo liberale.
Dare sempre più poteri a polizia e prefetti come infliggere ai colpevoli, o presunti tali, pene sempre più dure non diminuisce i fenomeni criminali, anzi li alimenta.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *