Dichiarazione di Maurizio Turco, Presidenza del Partito Radicale e di Enrico Maria Pedrelli, segretario nazionale della Federazione dei Giovani Socialisti

“Domani mattina in Senato ci sarà l’informativa del Ministro degli Affari Esteri sul Venezuela.

Auspichiamo che sia l’occasione buona per respingere la proposta dell’Unione Europea di convocare le elezioni in 8 giorni, un lasso di tempo troppo breve per poter ragionevolmente organizzare un’ordinata e pacifica transizione verso elezioni libere, democratiche e garantite dalla comunità internazionale.

Mentre crediamo che sia importante creare le condizioni per garantire a Maduro l’esilio e proporre che l’Onu garantisca direttamente un governo provvisorio di unità nazionale, per assicurare la transizione verso lo Stato di Diritto democratico, federalista, laico.

L’alternativa all’esilio è il massacro. Come accaduto in Iran con Saddam e in Libia con Gheddafi. Per non parlare della Siria.

Non v’è alternativa alle crisi dei regimi dittatoriali che una composta transizione verso un regime fondato sullo Stato di Diritto.

Illudersi che un violento ritorno alle urne possa essere foriero di stabilità e democrazia è pura illusione.”