Si è spento all’età di 68 anni Gianfelice Corsini, fondatore agli inizi degli anni ’70, con altri storici militanti radicali, del primo nucleo del Partito Radicale a Bologna, nella sede di via San Felice, presso il Partito repubblicano.
Gianfelice proveniva dalla gioventù liberale e si era immerso da subito, anima e corpo, nell’intensa attività politica radicale fino agli anni 90: un militante dei diritti civili e dei referendum, in prima linea nelle marce antimilitariste, nell’impegno ambientalista con le prime liste verdi e nella lotta antiproibizionista sulle droghe.
E’ stato il primo segretario dell’Associazione Radicale Bolognese, di cui ha continuato ad essere dirigente negli anni ’80 e ’90.
Sebbene negli ultimi tempi non fosse più iscritto al Partito Radicale e non ne abbia più condiviso le scelte politiche, lo vogliamo ricordare anche per la sua umanità e per il ricordo indelebile che ha lasciato nei giovani militanti che si sono formati sui tavoli, nei marciapiedi e nelle faticose campagne elettorali in giro per le montagne dell’Appennino bolognese, con megafono e volantini.

Ciao Gianfelice