Strato Di Ozono In Via Di Guarigione

STRATO DI OZONO IN VIA DI GUARIGIONE

 

16 settembre 2019 – In occasione della celebrazione della Giornata internazionale per la Conservazione dello Strato di Ozono a New York è stato annunciato il successo delle politiche multilaterali per proteggere lo strato di ozono, portando a ritmo attuale al ripristino completo entro il 2060 su tutto il pianeta.

 

Lo strato di ozono, un fragile scudo di gas, protegge la Terra dalla porzione dannosa dei raggi del sole, contribuendo così a preservare la vita sul pianeta.

L’eliminazione graduale delle sostanze che riducono lo strato di ozono e le riduzioni relative non solo hanno contribuito a proteggere lo strato di ozono per questa e per le future generazioni, ma hanno anche contribuito in modo significativo agli sforzi globali per affrontare i cambiamenti climatici; inoltre, ha protetto la salute umana e gli ecosistemi limitando la dannosa radiazione ultravioletta sulla terra.

 

Il tema di quest’anno celebra oltre tre decenni di straordinaria cooperazione internazionale per proteggere lo strato di ozono e il clima ai sensi del Protocollo di Montreal. Ci ricorda che dobbiamo mantenere lo slancio per garantire la salute umana e un pianeta sano. Il Protocollo ha portato all’eliminazione graduale del 99% delle sostanze chimiche in frigoriferi, condizionatori d’aria e molti altri prodotti che riducono lo strato di ozono.

 

L’ultima valutazione scientifica sull’esaurimento dell’ozono completata nel 2018, mostra che, di conseguenza, parti dello strato si sono riprese con un 1-3% per decennio dal 2000. A proiezioni attuali, lo strato nell’emisfero nord e a medio latitudine dovrebbe riprendersi completamente entro il 2030. L’emisfero australe seguirà entro il 2050 e le regioni polari entro il 2060. Gli sforzi di protezione dello strato d’ozono hanno anche contribuito alla lotta ai cambiamenti climatici, evitando circa 135 miliardi di tonnellate di emissioni equivalenti di biossido dal 1990 al 2010.

 

[…] Dobbiamo sostenere l’emendamento Kigali al Protocollo di Montreal, entrato in vigore il 1° gennaio 2019. Abbattendo gradualmente gli idrofluorocarburi (HFC), che sono potenti gas di riscaldamento climatico, questo emendamento può evitare fino a 0,4 °C di riscaldamento globale entro la fine del secolo, pur continuando a proteggere lo strato di ozono. E combinando l’azione per l’eliminazione graduale degli HFC con i miglioramenti dell’efficienza energetica nel settore del raffreddamento, possiamo ottenere maggiore vantaggi climatici.

 

Fonte https://www.un.org/en/events/ozoneday/

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *