Taglio dei parlamentari – Partito Radicale: Salvini consenta ai cittadini di decidere se rinunciare a ridurre i propri rappresentanti contro l’asse antipopolare e antireferendario Carfagna-Di Maio-Zingaretti.

Dichiarazione di Maurizio Turco e Irene Testa, Segretario e Tesoriere del Partito Radicale:

In queste ore il PD cerca di convincere i propri firmatari che non c’è bisogno del referendum visto che sta ottenendo in cambio una legge proporzionale con un alto sbarramento. Non bastava la legge Mattarella a correggere il voto referendario, oggi il PD si fa carico di cancellarlo. Sono sempre loro, quelli dell’irresponsabilità civile e dell’unione delle carriere dei magistrati, e dell’imprescrivibilità dei processi. E’ sempre la stessa politica comunista del “pas d’ennemis à droite” (a Leu dovrebbero fischiare le orecchie). Ricordiamo al PD, che per 3 (tre) volte ha votato contro la riduzione dei parlamentari, che le proprie motivazioni non erano legate all’incrocio con la legge elettorale ma con la Costituzione.

Del M5S, tranne rarissime e le lodevoli eccezioni di Gregorio De Falco, Paola Nugnes e Carlo Martelli, sappiamo; oggi la novità che i carfagnani non sono una novità.

Ancora pochi giorni fa, Matteo Salvini, nel ribadire che lui resta favorevole alla riduzione del taglio dei parlamentari, ha tenuto a riaffermare di essere sempre favorevole ad ascoltare il popolo. Di fronte a quello che sta accadendo in queste ore in cui si salda l’asse antipopolare e antireferendario Carfagna-Di maio-Zingaretti- chiediamo a Matteo Salvini e ai Senatori della Lega di consentire la tenuta del referendum.

Confermiamo che domani alle ore 10.30 terremo una conferenza stampa davanti alla Corte di Cassazione in vista della consegna delle firme che i Media, e in particolare quelli del servizio pubblico, hanno consentito di raccogliere.

Posted in:
About the Author

Maurizio Turco

Segretario del Partito Radicale. Militante dal 1979, eletto per la prima volta nel Consiglio del Partito Radicale nel 1983. E' stato, tra l’altro, Presidente dei deputati radicali al Parlamento europeo e coordinatore degli eletti radicali alla Camera dei Deputati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *