REFERENDUM – Partito Radicale: sospendere e rinviare il voto al 31 maggio.

A seguito delle note disposizioni governative giungono di ora in ora sconvocazioni di manifestazioni per il NO al referendum confermativo promosse in diverse regioni dal Partito Radicale .

Questo compromette quel poco di campagna consentita ai promotori del NO alla riduzione dei parlamentari, sinora ignorata dai mass media e gravata da mesi di informazione unilaterale sulle ragioni dei promotori della riduzione dei parlamentari.

Chiediamo quindi al Governo di sospendere il voto referendario e rinviarlo al 31 maggio.

2 Comments

  • Franco 25 Febbraio 2020

    Infatti qualora fossero violati i diritti di pubblicità e di informazione (comizi e dibattiti) relativi al referendum o addirittura impedito il movimento di persone verso i seggi nei comuni interessati all’ epidemia di coronavirus, o il movimento da e per i Comuni sottoposti a cordone sanitario, che impedirebbe ai votanti di uscire per recarsi nel seggio di altro Comune o di tornare nel proprio Comune per votare. Il risultato del referendum potrebbe essere annullato, specie se il 29 marzo fossero interessate a restrizioni grandi città come Milano, Venezia, Torino etc in presenza di evidententi violazioni dei diritti dei votanti dovrebbero essere i Comitati ad eccepire sulla regolarità del voto, anche e soprattutto in assenza di provvedimenti da parte del Governo. Se fossero violati questi principi fondamentali si dovrebbe ricorrere alla Corte Costituzionale sull’esito stesso del referendum.

  • Ugo De Piante Vicin 27 Febbraio 2020

    Molto giusto.
    Grande bagarre mefiatica.
    Sanità vs Salute da mancanza di vitamine C e D e necessità di una alimentazione con controllo glicemico.
    I virus altrimenti trovano. ospitalità in un corpo che è come un pesce nell’acua zuccherata.

Leave a reply

PARTITO RADICALE
NONVIOLENTO TRANSNAZIONALE TRANSPARTITO

ROMA (Italia)
Via di Torre Argentina 76 – 00186
Tel. +39.06.689791   –   Fax: +39.06.68979221