Gli investimenti esteri diretti globali si sono dimezzati a causa alla pandemia, ma la Cina ha mantenuto una buona resistenza

Secondo un nuovo rapporto dell’Organizzazione Onu per il commercio e lo sviluppo (UNCTAD), gli investimenti diretti esteri (IDE) sono scesi del 49% a 399 miliardi di dollari nella prima metà del 2020, in mezzo allo sconvolgimento causato dalla pandemia di coronavirus.

Gli IDE sono la più importante fonte di finanziamento esterno per le economie in via di sviluppo – superando le rimesse, i prestiti bancari e l’assistenza allo sviluppo all’estero. James Zhan, Direttore della Divisione Investimenti e Imprese dell’UNCTAD, ha dichiarato che il crollo dei flussi di IDE nella prima metà dell’anno è stato più drastico del previsto. Tutte le principali forme di IDE e tutte le regioni hanno sofferto del rallentamento, anche se le economie sviluppate sono state le più colpite, con flussi di IDE di 98 miliardi di dollari nel semestre – una riduzione del 75%  rispetto all’anno precedente. Tuttavia, la Cina è stata in controtendenza, con flussi di IDE relativamente stabili a 76 miliardi di dollari nella prima metà dell’anno, mentre Hong Kong si è ripresa come destinazione IDE dopo un debole 2019. La maggior parte degli IDE diretti in Cina sono andati in industrie ad alta tecnologia. Il valore delle operazioni di Fusioni e Acquisizioni in Cina, è cresciuto dell’84%, soprattutto nei servizi di informazione e nell’e-commerce, mentre diverse multinazionali hanno anche ampliato i loro investimenti in Cina.Il tasso di declino delle economie in via di sviluppo dovrebbe appiattirsi a causa dei segnali di imminente ripresa in Asia orientale, ma il declino globale dovrebbe continuare, con un’ulteriore riduzione del 5-10 per cento prevista nel 2021. Il valore attuale degli IDE investiti in progetti in tutto il mondo equivale al 42 per cento del PIL mondiale annuo.

Per approfondire clicca qui

Leave a reply

PARTITO RADICALE
NONVIOLENTO TRANSNAZIONALE TRANSPARTITO

ROMA (Italia)
Via di Torre Argentina 76 – 00186
Tel. +39.06.689791   –   Fax: +39.06.68979221
BRUSSELS (Belgio)
Rue du Pépin 54, B-1000