Gli scenari di sviluppo della Banca Mondiale su due binari

Il Gruppo della Banca Mondiale ha pubblicato una previsione di crescita prudente per l’economia globale di quest’anno, affermando che è probabile un’espansione complessiva del quattro per cento, anche se la ripresa sarà probabilmente “contenuta”.

I responsabili politici devono muoversi con decisione e sebbene sia già in crescita dopo la contrazione del 4,3% del 2020, la pandemia COVID-19 ha causato “un pesante tributo di morti e malattie, ha fatto sprofondare milioni di persone nella povertà, e potrebbe deprimere l’attività economica e i redditi per un periodo prolungato”.

Le priorità politiche immediate dovrebbero ora concentrarsi sul controllo della diffusione del coronavirus e sulla garanzia di un rapido e diffuso dispiegamento del vaccino. “Per sostenere la ripresa economica, le autorità devono anche facilitare un ciclo di reinvestimenti finalizzato a una crescita sostenibile e meno dipendente dal debito pubblico”. Si stima che il crollo dell’attività economica globale nel 2020, dovuto all’inizio della pandemia, sia stato leggermente meno grave di quanto previsto in precedenza, soprattutto a causa di contrazioni meno profonde nelle economie avanzate nel complesso, e di una ripresa più robusta in Cina, secondo le previsioni. Tuttavia, per la maggior parte dei mercati emergenti e delle economie in via di sviluppo, l’impatto è stato più acuto del previsto. Le variabili a breve termine rimangono “altamente incerte”, e un continuo aumento delle infezioni, unito a un’introduzione tardiva dei vaccini, potrebbe limitare l’espansione globale di quest’anno ad appena l’1,6 per cento. “Nel frattempo, in uno scenario positivo, con il successo del controllo della pandemia e un processo di vaccinazione più rapido, la crescita globale potrebbe accelerare fino a quasi il cinque per cento”. L’economia cinese dovrebbe espandersi del 7,9% quest’anno, dopo la crescita del 2% dello scorso anno mentre i mercati emergenti e le economie in via di sviluppo dovrebbero espandersi del 3,4% nel 2021, dopo una contrazione del 5% nel 2020. Tra le economie a basso reddito, l’attività dovrebbe aumentare del 3,3% nel 2021, dopo una contrazione dello 0,9% nel 2020. Gli effetti a lungo termine, soprattutto in materia di debito, fanno prevedere che la pandemia lascerà effetti negativi a lungo termine sull’attività globale con un probabile rallentamento della crescita globale che si protrarrà per tutto il prossimo decennio, a causa di sotto-investimenti, sottoccupazione e calo della forza lavoro in molte economie avanzate.

L’economia globale potrebbe andare incontro ad un decennio di “delusioni della crescita, a meno che i responsabili politici non attuino riforme di ampio respiro per migliorare i motori fondamentali di una crescita economica equa e sostenibile”, ha dichiarato il comunicato stampa della Banca Mondiale.

Per approfondire clicca qui

Leave a reply

PARTITO RADICALE
NONVIOLENTO TRANSNAZIONALE TRANSPARTITO

ROMA (Italia)
Via di Torre Argentina 76 – 00186
Tel. +39.06.689791   –   Fax: +39.06.68979221
BRUSSELS (Belgio)
Rue du Pépin 54, B-1000