L’accanimento sul vitalizio di Del Turco è una mostruosità giuridica e umana

Cadute le accuse più gravi, condannato per un reato commesso quando non esisteva, ormai malato e non più autonomo, all’ex governatore dell’Abruzzo, ministro e parlamentare è stato sospeso l’assegno del Senato. È l’ultimo passaggio, quello più beffardo, di una catena di gravi errori giudiziari e interpretazioni tendenziose

Per approfondire clicca qui

Lettera del Partito Radicale alla Presidente Casellati dell’11 dicembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *