Giustizia: Grazie a Draghi e Cartabia lo Stato si assume le sue responsabilità ma Santa Maria Capua Vetere non è un’eccezione.

Giustizia: Grazie a Draghi e Cartabia lo Stato si assume le sue responsabilità ma Santa Maria Capua Vetere non è un’eccezione. Siamo l’eccezione rispetto al regime anticostituzionale che ha prodotto la putrefazione della giustizia e delle carceri. Bene riaffermare i principi costituzionali ma oggi è urgentissima una decisa azione per la transizione verso lo Stato di Diritto

E’ stato molto importante per la comunità penitenziaria detenente e detenuta aver ascoltato le parole del Presidente Draghi e della Ministra Cartabia. Lo Stato si è assunto la responsabilità di aver abbandonato alla Costituzione materiale agenti e detenuti e adesso deve porre rimedio tornando alla Costituzione scritta.

Amnistia e indulto non come misura umanitaria ma come misura di buon governo per il buon funzionamento della Giustizia.

Non servono nuove carceri per la semplice ragione che le carceri sono piene di persone che non dovrebbero stare in carcere ma in centri sanitari specializzati; che hanno dei brevi residui pena; che hanno commesso reati che possono essere puniti e riparati in altro modo. 

Riducendo la popolazione carceraria non c’è bisogno di aumentare il numero degli agenti ma di migliorare le condizioni di vita dentro e fuori il carcere; e ci si potrà dedicare all’architettura anziché all’edilizia penitenziaria.

Detto questo dobbiamo dire, con rispetto ma francamente, che il contesto della vicenda di Santa Maria Capua Vetere è quello di rivolte nelle quali in quei giorni morivano 13 detenuti e sono diverse le inchieste in corso aperte dalla magistratura. Ed anche storicamente sono fatti che si sono ripetuti nel tempo. Le immagini ci riportano ai racconti dei detenuti di Trani, dell’Asinara e di Pianosa.

Da decenni il Partito Radicale ha messo la Giustizia con la sua appendice carceraria al centro della propria iniziativa politica. Con Marco Pannella per decenni abbiamo pagato il prezzo di assumere decisioni impopolari per non essere antipopolari.

Dal Presidente Draghi e dalla Ministra Cartabia, ci aspettiamo che li facciano vivere la Costituzione attraverso dei provvedimenti adeguati, cioè radicali, per una transizione verso lo Stato di Diritto.

Leave a reply

PARTITO RADICALE
NONVIOLENTO TRANSNAZIONALE TRANSPARTITO

ROMA (Italia)
Via di Torre Argentina 76 – 00186
Tel. +39.06.689791   –   Fax: +39.06.68979221