ONU: Rilasciare immediatamente la giornalista cinese malata

Gli esperti indipendenti di diritti umani nominati dal Consiglio dei diritti umani hanno sollecitato le autorità cinesi a rilasciare per motivi umanitari la giornalista e difensore dei diritti umani Zhang Zhan le cui condizioni, dopo aver  intrapreso uno sciopero della fame, sono deteriorate rapidamente. Secondo gli esperti la donna di 38 anni è detenuta a Shanghai dal maggio 2020. Sta scontando una pena di quattro anni con l’accusa di “aver creato liti e provocato problemi” ed è stata originariamente arrestata dopo aver pubblicato online un video che criticava la gestione dell’epidemia di COVID-19 da parte del governo oltre all’accusa di diffondere informazioni false e di fomentare sentimenti negativi sull’epidemia a Wuhan. Alla fine di luglio 2021, le sue cattive condizioni di salute l’hanno portata in un ospedale della prigione per 11 giorni, durante i quali è stata legata al letto d’ospedale e sottoposta ad alimentazione forzata. “Abbiamo già espresso profonda preoccupazione per la negazione delle cure mediche a individui detenuti che poi sono morti tragicamente durante la detenzione o poco dopo il loro rilascio. Esortiamo le autorità a rilasciare Zhang Zhan per motivi umanitari ed evitare che vada incontro allo stesso devastante destino.”

Per approfondire clicca qui

Leave a reply

PARTITO RADICALE
NONVIOLENTO TRANSNAZIONALE TRANSPARTITO

ROMA (Italia)
Via di Torre Argentina 76 – 00186
Tel. +39.06.689791   –   Fax: +39.06.68979221