APPELLO AI PAESI MEMBRI DELL’ONU

per la convocazione dell’Assemblea generale straordinaria dell’ONU e una Convenzione Mondiale contro le Pandemie

PREMESSO CHE

  • la pandemia COVID-19 è almeno la quarta rilevante epidemia dall’inizio del secolo e ha già assunto proporzioni tali da poter diventare la più grave minaccia alla salute del genere umano dai tempi della Peste (“Morte Nera”) del XIV secolo che avrebbe ucciso circa un terzo degli europei del tempo, mentre l’influenza detta ‘spagnola’ ha fatto un minimo di 40 milioni di morti in un mondo che un secolo fa era assai meno popolato di oggi.
  • analoghi timori furono suscitati dalla pandemia da HIV /AIDS insorta nel 1979, per la quale a tutt’oggi non c’è ancora un vaccino e che – dai dati dell’agenzia UNAID (Joint United Nations Programme on HIV/AIDS) – risulta che nel 2018 nel mondo ci sono stati 770mila decessi, 1,7 milioni di nuove infezioni, 37,9 milioni di persone che vivono con l’HIV (o positive all’HIV), e che dall’inizio dell’epidemia sono morte 32 milioni di persone.
  • oggi è necessario ed urgente dotare l’umanità di una struttura che, per quanto possibile, sia in grado di prevenire, contenere, contrastare a livello mondiale le pandemie, evitando anche che ne conseguano ulteriori tremende disuguaglianze sociali fra Nazioni e interne alle Nazioni, soprattutto in ordine alle cure e al diritto alla conoscenza.

SI CHIEDE AI PAESI MEMBRI DELL’ONU

che ai sensi dell’art. 20 dello Statuto delle Nazioni Unite convochino una Assemblea generale straordinaria sulle Pandemie, finalizzata ad adottare una Convenzione Mondiale contro le Pandemie, che stabilisca regole comuni al fine di prevenire l’insorgere di pandemie, contenerne la diffusione, evitare conseguenze di ulteriori disuguaglianze fra Nazioni e per riformare l’OMS con criteri di azione, metodi, poteri e risorse adeguati all’obiettivo.

 

APPELLO AI PAESI MEMBRI DELL’ONU

APPELLO AI PAESI MEMBRI DELL’ONU

432 firme

Condividi

   

Ultime firme