NO AL DILAGARE DEL COVID-19 NELLE CARCERI

INIZIATIVA NONVIOLENTA PER UN INTERVENTO IMMEDIATO

Noi sottoscritti partecipiamo allo sciopero della fame iniziato da Rita Bernardini dalla mezzanotte del 10 novembre 2020. Il 14 novembre si unisce allo sciopero della fame a oltranza la Tesoriera del Partito Radicale Irene Testa che chiede alle procure di rispondere alla denuncia depositata il 19 marzo per reato ipotizzato di “procurata epidemia colposa mediante omissione” nei confronti del Ministro Bonafede e del Dap.

Chiediamo a Governo e Parlamento di intervenire prima che sia troppo tardi riducendo drasticamente la popolazione detenuta attraverso qualsiasi intervento di legge che sia aderente alla nostra Costituzione e alla Convenzione Europea dei diritti dell’Uomo: Amnistia, indulto, modifiche sostanziali al decreto “Ristori” per ampliare la platea dei beneficiari, liberazione anticipata speciale (oggetto di un emendamento predisposto dal Partito Radicale e da Nessuno Tocchi Caino e presentato dall’on. Roberto Giachetti).

NO ALLA MORTE PER PENA

PER ADERIRE COMPILA QUESTO FORM

Sottoscrizioni