QUARTO PLENUM PCC – ESPORTARE IL SISTEMA POLITICA TOTALITARIO CINESE

Alla fine di ottobre, il Partito comunista cinese (PCC) ha convocato 300 dei membri del suo Comitato centrale per tenere il Quarto Plenum del 19° Congresso del Partito comunista – un evento significativo che ha fornito dettagli importanti sugli obiettivi strategici del PCC e passi specifici per realizzarli, nonché parametri per misurare i progressi.

Il Quarto Plenum è una pietra miliare perché ha definito la quinta modernizzazione della Cina – la modernizzazione della governance nazionale. Le quattro precedenti modernizzazioni riguardavano l’agricoltura, l’industria, la scienza e la tecnologia, e l’esercito. La modernizzazione della governance nazionale del PCC indica il modello politico che intende utilizzare a livello nazionale e mostrare agli alleati e agli stati ideologicamente vicini.

Questo è un presagio per la nuova era in cui la Cina sta per attuare quella che noi chiamiamo la “Dottrina Xi” per raggiungere e legittimare l’egemonia dello stato-partito esportando nel mondo il sistema politico totalitario cinese e il modello economico del mercato socialista.

Il documento espone 13 apparenti superiorità del sistema socialista cinese, che il PCC ritiene possano essere utilizzate per sostituire l’inferiore sistema democratico liberale occidentale. In effetti, la quinta modernizzazione non riguarda il colmare le lacune o il recupero verso l’Occidente, come lo erano le quattro precedenti, ma segna invece un percorso verso la governance globale – in altre parole, per utilizzare il sistema socialista cinese per porre fine al capitalismo.

https://thehill.com/opinion/international/471888-chinas-fifth-modernization-shows-its-intent-to-lead-the-world